___________________________________________________

.
  • Basilica di San Domenico Maggiore

    La basilica si erge sull’omonima piazza e fu costruita durante la dominazione angioina alla fine del duecento. Le ristrutturazioni avvenute nel corso degli anni dal XV al XVIII secolo ne hanno modificato l’aspetto originario.
    La facciata ha al centro un portone ogivale con porta lignea. L’interno, a croce latina a tre navate, ha un soffitto “a cassettoni”. L’altare maggiore e la balaustra presentano delle preziose tarsie di marmo realizzate dal Fanzago.
    Da ammirare per la loro preziosità sono il candelabro pasquale in marmo del XVI secolo, la cappella Brancaccio del Trecento e la copia del crocefisso su tavola del secolo XVI che , secondo la tradizione, parlò a San Tommaso d’Aquino.
    Nella Sacrestia sono conservate le arche sepolcrali degli Aragonesi e di altri dignitari della corte.
    Nel convento domenicano, sede dell’Università degli Studi, San Tommaso d’Aquino insegnò teologia.

    http://www.penisola.it/napoli/chiesa-sandomenico.php

0 commenti:

Leave a Reply