___________________________________________________

.
  • Area archeologica di San Lorenzo Maggiore. Napoli greco-romana

    La fase più antica dell’area archeologica di San Lorenzo Maggiore è rappresentata dall’agorà greca di V sec. a.C. In età romana sfruttando il pendio della collina, la piazza si estese su due livelli, a monte ed a valle di via Tribunali: la zona inferiore, destinata alle attività commerciali, e quella superiore riservata a funzioni politiche.
    Tale sistemazione si data al I sec. d.C. e ricalca forse un’organizzazione più antica. Oggi è riconoscibile il macellum, costituito da uno spazio porticato rettangolare su cui si aprivano botteghe e da una zona interna scoperta e pavimentata a mosaico, al centro di quest'area era collocata una tholos, un edificio circolare destinato alla vendita degli alimenti. Nella zona inferiore sono visitabili piccole tabernae, una lavanderia, l'erario cittadino. Nel V secolo d.C., la zona venne colmata da strati di natura alluvionale.

    http://www.turismoregionecampania.it/beniculturali.cfm?s=5&Menu_ID=200&Sub_ID=202&Info_ID=4365

0 commenti:

Leave a Reply